Urbanistica dopo la crescita

Ambito tematico DAStU

Città, Territori e Paesaggi

Tipologia struttura

Unità di ricerca

Responsabile

Arturo Lanzani

Personale docente

Chiara Merlini, Federico Zanfi

Dottorandi

Cristiana Mattioli

Altri collaboratori

Claudia Parenti, Marco Zanini

Contatti

Sede

Campus Leonardo, edificio Dastu, via Bonardi 3 – 20133 Milano

E-mail del responsabile

arturo.lanzani(at)polimi.it

Altro contatto e-mail

chiara.merlini(at)polimi.it 

Temi di ricerca

L’unità di ricerca propone una riflessione sulla natura e i cambiamenti delle pratiche urbanistiche nella attuale condizione “dopo la crescita”, a valle del lungo ciclo espansivo che ha caratterizzato le trasformazioni urbane e territoriali dal secondo dopoguerra fino all’inizio del XXI secolo e che si interrompe con l’emergere di una crisi economica dai caratteri strutturali.
Il riconoscimento di nuove condizioni insediative – con l’emergere di forme inedite di sottoutilizzo dismissione e sovraproduzione, con nuove geografie degli spazi del lavoro, con nuovi ruoli e assetti della rete della mobilità, con l’emergere di sempre più gravi criticità ambientali, ecc. - costituisce lo sfondo sul quale delineare un programma di riforma che individui temi rilevanti e strumenti operativi per il loro trattamento.
In particolare si richiamano quattro questioni al centro di questa rinnovata riflessione sul fare urbanistica:

  • una azione di modifica senza crescita, in cui esplorare le potenzialità delle pratiche di riuso e riciclo, di diradamento e concentrazione selettiva;
  • una azione di reinfrastrutturazione del territorio, che esplori nuove forme di integrazione delle reti e immagini la manutenzione come occasione di riforma;
  • una azione orientata a una maggiore articolazione degli ambienti di vita, capace di offrire formati (abitativi, produttivi, commerciali, del tempo libero) più rispondenti a nuove condizioni;
  • una azione che valorizzi la multifunzionalità degli spazi aperti, in una prospettiva di cura dell’esistente e di consapevole utilizzo di risorse scarse.

Competenze

Il gruppo alimenta la propria riflessione attraverso una continua interazione tra attività di ricerca, formazione didattica, concrete pratiche di governo del territorio.
In particolare il gruppo ha maturato competenze finalizzate sia alla indagine critica delle trasformazioni del paesaggio, con specifica attenzione alle aree periurbane, di diffusione insediativa e dei distretti produttivi, sia alla redazione di strumenti di indirizzo e progetto di varia natura (documenti strategici, piani di governo del territorio, regolamenti, masterplan, progetti urbani, ecc.).          

Legami/accordi/relazioni stabili con altre unità o partner esterni

Legami e relazioni stabili con partner nazionali (Università della rete Prin Re-Cycle: Università Iuav di Venezia, Università degli Studi di Tento, Politecnico di Torino, Università degli studi di Genova, Università degli Studi Roma La Sapienza, Università degli Studi di Napoli Federico II, Università degli Studi di Palermo, Università degli Studi Mediterranea di Reggio Calabria, Università degli Studi G.D’Annunzio di Chieti Pescara, Università degli Studi di Camerino) e con pubbliche amministrazioni (Provincia di Modena, Comune di Sassuolo).

Reti di ricerca italiane o internazionali

Rete di ricerca Prin Re-cycle