Ricerche / Convenzioni

Mercato urbano e trasformazioni dell’ambiente costruito. Geografie di Milano verso il 2015

 Contenuti della commessa:
La Milano degli ultimi anni rappresenta un campo urbano in profondo mutamento sociale e spaziale. Nessuno sembra aver dubbi su questo aspetto che viene percepito diffusamente da analisti, operatori e cittadini, osservando e praticando la città in ogni sua dimensione. Più difficile è cogliere il segno del mutamento, catturare la traiettoria dello sviluppo urbano e dei suoi scenari evolutivi. A fronte di un accentuato uso pubblico/simbolico di alcune immagini sulla ‘rinascita urbana’ e sul rilancio del mercato edilizio della città, si fatica infatti a costruire quadri analitici di riferimento sufficientemente credibili, sia in termini di informazioni e quantità in gioco, sia in termini di effetti sullo spazio urbano concreto e sulle ‘qualità’ vere o presunte che lo caratterizzano.

La ricerca muove da queste considerazioni per trattare almeno alcuni degli interrogativi salienti riferibili al mutamento spaziale di Milano:

1) qual è la situazione dei grandi progetti/cantieri, e come incidono sulle dinamiche del mercato immobiliare locale? 2) Esiste un rischio reale di crisi di sovra produzione edilizia nell’attuale congiuntura economica? 3) E’ possibile individuare una nuova geografia dello sviluppo urbano e in che termini essa è l’esito di tendenze spontanee degli investitori (privati e istituzionali), piuttosto che di scelte pubbliche consapevoli? 4) E in ultimo: è possibile tratteggiare uno scenario spaziale e urbanistico al 2015?