Testa Fausto Carlotorna all'elenco

PROFESSORE ASSOCIATO
fausto.testa@polimi.it
Orario di ricevimento: GIOVEDI' 14:00-16:00

Profilo


 Ambiti tematici DAStU
Storia, Patrimonio e Beni culturali
Architettura: tipi, forme, spazi

Altri interessi di ricerca
Letteratura artistica e teoria delle arti

Dottore in Filosofia (Università degli Studi di Pavia), Dottore di Ricerca in “Storia e Critica dei Beni Architettonici e Ambientali” (Politecnico di Torino).
Si occupa di storia e critica delle arti e dell'architettura. Ha pubblicato una monografia su Winckelmann e, in collaborazione con M. Disselkamp, sta curando il volume Winckelmann-Handbuch (Stuttgart, Verlag J.B. Metzler, in corso di stampa). Ha pubblicato numerosi saggi su problemi di estetica e di teoria artistica dell'età neoclassica, con un peculiare interesse rivolto alla teoria architettonica.
Si è occupato dei problemi inerenti alla nascita della storiografia artistica e architettonica nel XVIII secolo, alla tutela del patrimonio artistico e al tema del restauro dei monumenti architettonici, con contributi su Winckelmann e Quatremère de Quincy.
Tra i suoi principali interessi è lo studio dell'uso retorico dell'architettura e dei linguaggi figurativi all'interno delle strategie del dominio simbolico esercitate dal potere politico. La Roma di Giulio II, con particolare riguardo all'opera di Bramante e alle processioni trionfali, il Piemonte sabaudo in età barocca, la città di Pavia e il suo Ateneo durante la dominazione austriaca tra XVIII e XIX secolo sono stati oggetto di investigazioni in tale senso. Su questa stessa linea ha dedicato studi alla tradizione del ballet de cour nel XVII secolo, e ai fondamenti retorici del balletto barocco nel Cannocchiale aristotelico di Emanuele Tesauro.
E' interessato anche ai fondamenti teorici dell'uso retorico delle arti elaborati nella letteratura artistica dell'età moderna, analizzati in contributi su Alberti, Vasari e sulla tradizione teorico-critica sulle arti dal Rinascimento al Barocco.
Ha dedicato una monografia al giardino manierista e numerosi studi al tema dell'arte dei giardini, con saggi su Leonardo da Vinci, la Villa d'Este a Tivoli, Leopoldo Pollak, Hirschfeld, Silva e il dibattito sul giardino paesistico tra XVIII e XIX secolo.

Principali pubblicazioni recenti:
-  "Talch'essi eran la figura & il figurato". Emanuele Tesauro e il ritratto di identificazione, in «Annali di Critica d’Arte», XI, 2015, Quaderni dei Seminari, Convegno internazionale Critica e letteratura negli scritti sull’arte. Contributi per una tipologia, Università degli Studi di Firenze, Dipartimento di Storia, Geografia, Arti e Spettacolo, 3-4 ottobre 2013, a cura di Donatella Pegazzano e Massimiliano Rossi, pp. 143-175.
- Con la marauiglia degli apparati; con la stranezza degli habiti; con la viuezza degli atti, col bizarro metro de’passi». L’identità territoriale del Ducato sabaudo, la tradizione dinastica e il consenso dei «popoli soggetti» nel «Figurato Balletto» del Dono del Re del’Alpi, ballato in Rivoli nel 1645, in «Accademia Raffaello. Atti e studi», II 2012/I-II 2013, pp. 39-77.
- Il «campo largo» di Raffaello e le «invenzioni dei componimenti». Pittura e retorica tra Alberti e l’età di Winckelmann, in Winckelmann und die Mythologie der Klassik. Narrative Tendenzen in der Ekphrase der Kunstperiode, a cura di H.-G. Held, Max Niemeyer Verlag, Tübingen 2009, pp. 61-115.
- Le Anmerkungen über die Baukunst der Alten di J.J. Winckelmann: il testo di architettura tra continuità e fratture epistemologiche nella cultura del Secolo dei Lumi, in Saggi di letteratura architettonica, da Vitruvio a Winckelmann, I, a cura di F.P. Di Teodoro, Firenze, Olschki 2009, pp. 313-354.
- "Che 'Tiber per veder scoperse il collo, / E pargli quasi il suo tempo ritorni". La rinascita di Roma antica nel "trionfo" di Giulio II per il Carnevale del 1513. In: Das alte Rom und die neue Zeit. Varianten des Rom-Mythos zwischen Petrarca und dem Barok.- La Roma antica e la prima età moderna. Varietà del culto di Roma tra Petrarca e il barocco, a cura di,  M, Disselkamp; P. Ihring; F. Wolfzettel,  Gunter Narr Verlag, Tübingen 2006,  pp. 91-151.
-  “Il giardino dei sentieri che si biforcano”: la Villa d’Este a Tivoli. in «Visible», II; a cura di M. G. Dondero; N. Novello Paglianti, Pulim, Limoges 2006, pp. 172-235.