Zucchi Cino Paolotorna all'elenco

PROFESSORE ORDINARIO
cino.zucchi@polimi.it
Tel. 02 2399 5500

Profilo


 Ambiti tematici DAStU
Architettura: tipi, forme, spazi
Città, Territori e Paesaggi

Ulteriore ambito:
Storia dell’architettura milanese antica e moderna.
Teoria e critica del progetto in rapporto alle tecniche e alle arti contemporanee.
Innovazione progettuale nel campo dell’housing sociale.

Nato a Milano nel 1955, ha conseguito il Bachelor of Science in Art and Design presso il Massachusetts Institute of Technology e la Laurea in Architettura presso il Politecnico di Milano. E' stato John T. Dunlop Visiting Professor in Housing and Urbanization presso la Graduate School of Design di Harvard, ed ha partecipato in qualità di docente a numerosi seminari di progettazione e teoria urbana presso la Syracuse University di Firenze, l'ETH di Zurigo, l'ETSAM di Madrid, l’ETSAM di Barcellona, the Berlage in Rotterdam e molte altre università europee.
E’ regolarmente invitato a tenere conferenze e a partecipare alle giurie di concorsi di architettura e di design sia in Italia che all’estero; è stato Presidente della giuria de Mies van der Rohe Award-European Union Architecture prize 2015 e di molti altri concorsi di architettura nazionali e internazionali, tra i quali Europan 10 Denmark.
Autore di diversi articoli e libri sulla storia e teoria dell’architettura, ha pubblicato saggi e recensioni in “Domus”, “Casabella”, “Abitare”, “Lotus international”, di cui è membro del forum dal 1996, “Arch+”, “Intersezioni”, “Bau”, “Design Book Review”, "San Rocco" e sui “Quaderni del Dipartimento di Progettazione dell'Architettura del Politecnico di Milano”, di cui è stato redattore dal 1989 al 1995. Ha partecipato all'organizzazione e all'allestimento della XV, XVI, XVIII e XIX Triennale di Milano, ed è membro dei comitati scientifici della XXI Triennale 2016, del MAXXI di Roma e dell’Enciclopedia Treccani. Il suo lavoro è stato esposto alla 6°,8°, 12° e 13° Biennale di Architettura di Venezia, dove l'installazione “Copycat. Empathy and Envy as Form-makers” ha ricevuto la menzione speciale della giuria (2012); è stato curatore del Padiglione Italia alla 14° edizione (2014).
I suoi interessi per le questioni di disegno urbano e le nuove forme di organizzazione del territorio si sono esplicati attraverso la partecipazione a numerosi concorsi e consultazioni a inviti; le sue opere costruite sono state più volte pubblicate su riviste e libri.
Insieme allo studio Cino Zucchi Architetti ha progettato e realizzato negli anni molti edifici pubblici, residenziali e commerciali, una serie di progetti di spazi pubblici, progetti per il ridisegno di aree agricole, industriali e storiche ed ha partecipato a numerosi concorsi liberi e a inviti nazionali e internazionali.
Tra i lavori più recenti dello studio vi sono il master plan per l’area di Keski Pasila a Helsinki, gli edifici residenziali  e per uffici nell’area ex Alfa Romeo a Milano, l’edificio per uffici di Group M ad Assago (Milano), gli Headquarters Salewa a Bolzano, i complessi residenziali a Milano, Parma, Ravenna e Bologna, il nuovo centro direzionale Lavazza e la ristrutturazione e l’ampliamento del Museo Nazionale dell’Automobile a Torino, che ha conseguito il premio Inarch/Ance 2011.
Il progetto per l'area dismessa della fabbrica ex-Junghans alla Giudecca (Venezia) ha ricevuto numerosi premi nazionali ed internazionali tra i quali le menzioni al Mies van der Rohe Award - Barcelona 2001, alla Medaglia d’oro dell’Architettura Italiana 1995-2003 e 2004-2006, al Brick Award 2004 e il Piranesi Award 2001, il Premio di Architettura “Comune di Venezia” 2005 e l' ECOLA Award 2008.